Rilasciati i pescherecci mazaresi sequestrati in Egitto

Sono stati rilasciati i pescherecci di Mazara del Vallo Giulia PG  e Ghibli I che erano stati sequestrati nella serata di ieri dalle autorità egiziane. Dopo i controlli e le formalità di rito in occasione dell’incontro con il console avvenute nel porto di Alessandria d’Egitto, le imbarcazioni con a bordo 8 italiani e 6 tunisini, le imbarcazioni mazaresi hanno lasciato il porto nel primo pomeriggio di oggi e si stanno dirigendo verso l’Italia.
A darne notizia sono stati il presidente del Distretto della Pesca Giovannni Tumbiolo e i due armatori proprietari dei pescherecci Domenico Asaro e Luciano Giacalone, in un comunicato congiunto: «Sentiamo il dovere di ringraziare – dichiarano congiuntamente il Presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Giovanni Tumbiolo, e i due armatori Domenico Asaro e Luciano Giacalone- tutte le Autorità che con prontezza e professionalità hanno determinato il rilascio dei pescherecci Giulia PG e Ghibli I fermati dalle Autorità Egiziane in acque internazionali e condotti questa mattina presso il porto di Alessandria di Egitto. Questa è la prova – assicurano Tumbiolo, Asaro e Giacalone – che quando ci si muove in armonia e con compattezza, anche le situazioni più critiche si risolvono in tempi brevi e nel migliore dei modi. Invochiamo la Regione Siciliana ed i competenti Ministeri ad avviare tutti gli strumenti di cooperazione internazionale al fine di limitare gli enormi danni economici, e non solo, che la Comunità peschereccia siciliana, ed in particolare mazarese, paga da troppi anni».