«Rompo tutto con manganello se non mi dai quello che voglio»: arrestato mazarese

408

I carabinieri di Mazara del Vallo  hanno arrestato un giovane mazarese di 27 anni per
maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione.
In particolare, il giovane  avrebbe minacciato verbalmente e fisicamente una sua parente con cui condivideva lo stesso tetto e dalla quale pretendeva ingiuste dazioni di danaro. Le ripetute aggressioni ricevute nel tempo, hanno portato la vittima a denunciare i gravi episodi ai Carabinieri. Dalle indagini è emerso che il mazarese,  ogni qualvolta gli veniva negata una sua richiesta, andava su tutte le furie danneggiando l’abitazione servendosi di un manganello artigianale e distruggendo i vari accessori e arredi della stessa dove domiciliava con parenti. Le violenze fisiche, in alcune occasioni, si sono riversate anche sul cane di famiglia, picchiato con un bastone e sul quale veniva scaricata la “rabbia” del giovane quando non riceveva quanto richiesto.
Infine, nella notte del 28 dicembre, a seguito dall’ennesimo litigio familiare, sono intervenuti i carabinieri che hanno arrestato il giovane che si trova adesso nel carcere di Trapani.