Marsala, 20 mila in fumo: il flop della stagione teatrale che non “comunica” bene

94

Il vicepresidente del consiglio comunale Arturo Galfano chiede risposte. E lo fa mandando una lettera chiarificatrice all’amministrazione comunale dopo aver posto lo stesso problema durante una seduta del consiglio comunale e non aver ricevuto alcuna risposta. Il problema sollevato da Arturo Galfano riguarda il fallimentare metodo utilizzato per pubblicizzare la stagione teatrale marsalese. Pubblichiamo di seguito l’istanza del vicepresidente del consiglio comunale:

«Premesso che, a seguito di direttiva del Sindaco, con determina n. 1558 del 22.12.2017 il Dirigente del Servizio Affari Istituzionali – Risorse Umane – Staff Sindaco ha affidato gli incarichi per acquisto spazi pubblicitari su emittenti radiotelevisivi e testate giornalistiche e online per la pubblicizzazione spettacoli inseriti nel cartellone della stagione teatrale 2017/2018 promossa dal comune di Marsala per un importo complessivo di 10.662,80 euro e tenuto conto che nel mese di novembre erano già stati impegnati  4.270 euro per la pubblicità sul Giornale di Sicilia e sul trimestrale il Gattopardo e, ancora altri 4.514 euro per quella sull’edizione di Palermo di Repubblica (si sommano circa 20.000 euro);

Preso atto del quasi totale fallimento della stagione teatrale che non può certo imputarsi alla qualità degli spettacoli ma alla mancanza di comunicazione cosi come riconosciuto anche da qualche Assessore;

Ritenuto che l’Amministrazione non abbia inteso fare una spartizione a pioggia degli incarichi di pubblicità ma che sarebbe stato opportuno, verificare i numeri di ascolto ufficiali per settori (radio, web ecc.) la regolarità del DURC, chiedere se l’azienda ha i giornalisti messi un regola, ma soprattutto accertarsi del bacino di utenza;

Considerato che lo scrivente ha posto il problema in Consiglio Comunale non ricevendo risposta alcuna

SI CHIEDE

 di chiarire quali siano stati i criteri di distribuzione degli affidamenti in oggetto».