Rete Antiviolenza Carabinieri di Palermo. Virzì (UGL): “Le donne non più sole e indifese”

“La riteniamo encomiabile l’opera della Benemerita, tramite la  <<Rete Antiviolenza Carabinieri di  Palermo>> , costituita lo scorso 14 novembre, si registra dai dati forniti  dall’Arma, un primo bilancio positivo del suo primo periodo di attività,  nel solo mese di gennaio, sono state arrestate 10 persone e denunciato altre 9 per reati riconducibili a interventi contro la violenza di genere, la condivisione delle esperienze e lo scambio di buone prassi tra i Carabinieri della RACC ha dato infatti ottimi risultati, sia nella fase di ricezione delle denunce, sia in termini di servizio di supporto alle vittime, adottando percorsi di formazione interna ed esterna, a cui i militari coinvolti nel progetto hanno partecipato”.
A dichiararlo è il Portavoce dell’Ugl di Palermo, Filippo Virzì.

“La nostra organizzazione sindacale  è sempre all’avanguardia nelle sue iniziative sociali  in particolare contro le violenze e le  molestie,  da parte nostra tolleranza zero sui luoghi di lavoro, l’Unione Generale del Lavoro, non a caso rafforza la propria campagna di sensibilizzazione per la ratifica della Convenzione ILO 190/2019 da parte dell’Italia, con una raccolta firme da inviare ai Presidenti di Camera e Senato con questo nuovo trattato vengono definite violenza e molestie tutti quei comportamenti, pratiche o minacce che mirano a provocare  o sono suscettibili di provocare  danni fisici, psicologici, sessuali o economici, per noi un atto di grande civiltà”.