Mazara – Enna 1-0: cronaca e tabellino

Il Mazara si impone di misura sull’Enna nella gara valevole per la 6^ giornata del campionato di Eccellenza, girone A, e conquista tre punti pesantissimi.

PRIMO TEMPO: Prima occasione del match per il Mazara con una punizione di Federico dal limite, blocca Dolenti. Gli ospiti provano a rispondere con De Luca e Caronia, ma la difesa gialloblù si chiude. Al 10’ si sblocca la gara: lancio dalle retrovie per Guaiana, che vince un duello con Vassallo ed entra in area, poi a tu per tu con Dolenti mette in rete. Padroni di casa che continuano a spingere e provano a sfondare con Abbate ed Elamraoui, al 19’ i gialloverdi si fanno vedere in avanti con Bello che però spara alto dalla distanza. Sei minuti più tardi, chance per gli ospiti, Barcio prova il destro da distanza ravvicinata ma Pizzolato respinge in corner. Poco dopo la mezz’ora, Genesio prova la botta dal limite, Dolenti blocca in due tempi. La formazione ospite prova ad accelerare nella fase conclusiva della prima frazione e Lipari cerca la conclusione, ribattuta dalla retroguardia gialloblù. Al 38’, ottima occasione per il Mazara: Guaiana vince un contrasto e lancia Bulade che supera un avversario e prova il tiro a giro, di poco alto. Un minuto dopo, Elamraoui per poco non sorprende Dolenti dai 35 metri, anche qui la sfera termina di poco alta. Enna pericolosissimo al 41’, doppia conclusione di Di Dio respinta prima da Pizzolato e poi sulla linea da Abbate. Poco dopo, Angelo Caronia calcia da distanza ravvicinata a botta sicura, ma Pizzolato si esalta e respinge col piede. Ultima occasione del primo tempo per Ferraù, il suo sinistro dal limite termina di poco a lato. Si va così al riposo sull’1-0.

SECONDO TEMPO: La ripresa inizia con una doppia sostituzione tra gli ospiti, fuori Vassallo e Lipari, dentro Santonocito e Girgenti. Prima chance per il Mazara con un tiro strozzato di Abbate che diventa un assist per Bulades, ma l’esterno non arriva sulla sfera. Enna pericoloso al 53’ con un tiro da fuori di Caronia, Pizzolato controlla centralmente in due tempi. I canarini rispondono con una ripartenza orchestrata da Federico, palla per Guaiana che conclude, il suo tiro deviato è facile preda di Dolenti. Si battaglia in mezzo al campo, resta a terra Guaiana che al 64’ viene rilevato da Rosella. Ritmi più bassi in questo frangente, al 67’ Genesio si incunea in area e col sinistro a giro impegna Dolenti che respinge in tuffo. Cinque minuti dopo, altra chance per i canarini: Zerillo mette in mezzo dalla destra, Elamraoui col destro non inquadra la porta. Altra chance per il raddoppio gialloblù al 74’, filtrante di Federico per Bulades che a tu per tu con Dolenti si fa ipnotizzare dal portiere. Poco dopo, Ferraù prova il sinistro da fuori, Dolenti dice di no. L’Enna adesso prova ad alzare i ritmi, al 79’ Girgenti ci prova da fuori e la sfera finisce fuori. Tre minuti dopo, colpo di testa di De Luca su cross dalla sinistra e palla di poco alta. All’89’, Enna pericolosissimo con un destro a giro di Girgenti, Pizzolato vola e mette in angolo. In area va anche Dolenti, ma il Mazara non riesce ad approfittare di una ripartenza. Dopo 4’ di recupero, ecco il triplice fischio che consegna i tre punti al Mazara.

IL TABELLINO

MAZARA: Pizzolato, Genesio, Zerillo, Ferraù, Lombardo, Pirrello, Bulades (88’ Rallo), Abbate (90’ Badjie), Guaiana (63’ Rosella), Elamraoui (83’ Melia), Federico. A disp.: Marino, Cicala, Pulizzi, Santoro, Aiello. All. Marino.

ENNA: Dolenti, Vassallo (46’ Santonocito), Russo, Lipari (46’ Girgenti), Ferotti, Giuffrda, Barcio (69’ Parisi), Bello, De Luca, Caronia, Di Dio. A disp.: Di Marco, Francese, Bonanno, Spampinato, Lipani. All. Catania.

ARBITRO: Alfonso Aquilina della sezione di Agrigento
ASSISTENTI: Roberto Cracchiolo (Palermo) e Pietro Fardella (Palermo)

MARCATORI: 10’ Guaiana

NOTE: Ammoniti: Guaiana (M), Barcio (E), Abbate (M), De Luca (E), Ferraù (M), Federico (M). Recupero: pt 1’, st 4’.