giovedì, Giugno 13, 2024
HomeCulturaAgrigento, si conclude l’iniziativa di BCsicilia “30 libri in 30 giorni” con...

Agrigento, si conclude l’iniziativa di BCsicilia “30 libri in 30 giorni” con un volume dedicato all’antica Akragas

Si conclude ad Agrigento, che il prossimo anno sarà “Capitale italiana della cultura”, l’iniziativa di BCsicilia “30 libri in 30 giorni” edizione 2024 che ha visto presentare, in giro per la Sicilia, dal 23 di marzo fino al giorno antecedente il 23 aprile, data che l’Unesco ha dedicato alla Giornata mondiale del Libro, 30 volumi che sintetizzano varie esperienze editoriali con particolare attenzione al nostro patrimonio culturale e ambientale. La manifestazione si è svolta in collaborazione con la Casa Editrice Don Lorenzo Milani.

L’ultimo libro che chiude la rassegna di quest’anno è dedicata proprio all’antica Akragas. Organizzata dalla sede locale di BCsicilia si terrà lunedì 22 Aprile 2024 alle ore 17,30 presso il Circolo Empedocleo in Piazza San Giuseppe il libro “Raccontami Agrigento” di Elio Di Bella, Presidente del gruppo cittadino di BCsicilia. Dopo i saluti di Giuseppe Adamo, Presidente del Circolo Culturale Empedocleo, sono previsti gli interventi di Benedetto Comparetto, Salvatore Indelicato, Giuseppina Mendola, Alberto Todaro. Sarà presente l’Autore. Conclusioni di Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale BCsicilia.

Il libro. “Raccontami Agrigento” è un’antologia di testi, raccolti da diversi anni da Elio Di Bella, storico agrigentino. Il libro non è una delle tante guide della città siciliana ma ritrarre la città dei templi attraverso le voci di coloro che l’hanno vissuta, anche in secoli lontani. Vi leggiamo infatti un  resoconto storico di Empedocle, che descrive la sua Akragas antica e introduce tematiche di stile di vita e problematiche urbane persistite fino ai tempi moderni e le pagine di un Sindaco di fine Ottocento che esamina le condizioni di Girgenti (antico nome della città) in epoca borbonica, a cui seguono altri narratori agrigentini che contribuiscono con dettagliati racconti del passato, illustrando l’evoluzione di Agrigento prima e dopo l’annessione al Regno d’Italia, evidenziando le trasformazioni urbanistiche e sociali. 

Infine, testimonianze dal XX secolo arricchiscono il mosaico di narrazioni, offrendo una vista panoramica sulla vita cittadina attraverso vari periodi storici e contesti culturali. Particolare attenzione l’autore dedica alle condizioni dei vari quartieri agrigentini, utilizzando i ricordi di semplici cittadini e le inchieste giornalistiche dei decenni passati. 

La raccolta di racconti e testimonianze presentata nel volume non è solo un omaggio alla ricchezza storica e culturale di Agrigento, ma si erge anche come un fondamentale catalizzatore per una riflessione più ampia sulla conservazione della memoria urbana e sull’identità collettiva dei suoi abitanti. Attraverso il dialogo tra passato e presente, il testo propone una visione complessa su come una comunità possa interagire con la propria storia, preservando le proprie radici pur navigando le inevitabili trasformazioni del tempo e i giovani di Agrigento potranno attingere dalle esperienze e dalle narrazioni dei loro antenati non solo per comprendere la propria eredità, ma anche per riflettere su come vogliono modellare il futuro della città.

L’autore. Elio Di Bella è un docente in quiescenza di storia e filosofia. Laureato nelle medesime materie presso l’Università di Lettere e Filosofia di Catania, con il massimo dei voti e  con una tesi sul romanzo storico di Pirandello “I Vecchi e i Giovani”, che ha ottenuto nel 1986 il premio Mursia. Ha un baccalaureato in teologia con indirizzo pedagogico, con il massimo dei voti. Frequentava il Ginnasio quando già scriveva per il settimanale l’Amico del Popolo. 

Cronista del Giornale di Sicilia dal 1984 e attualmente anche sul quotidiano online Balarm. Ricopre l’incarico di addetto stampa del Circolo culturale Empedocleo di Agrigento. Ha realizzato servizi giornalisti e rubriche di storia per TV locali. Numerose le sue pubblicazioni in riviste, quotidiani e nei giornali online locali e regionali. Il giornalismo e la conoscenza della storia locale sono la sua passione.

Numerose le sue pubblicazioni in riviste, quotidiani e nei giornali online. I suoi libri, ricchi di documenti inediti, sono il frutto di ricerche in archivi e biblioteche. Ha vinto diversi premi per l’originalità delle sue pubblicazioni. Riguardo ai più recenti riconoscimenti ricordiamo il suo libro “Agrigento ieri e oggi. Una storia da riscrivere” che ha ottenuto il premio “Ignazio Buttitta 2023” e il premio  “Scala dei Turchi. Dina Russiello” 2023. Il Sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, gli ha conferito l’incarico di referente per la promozione dei processi di riscoperta e valorizzazione dell’identità agrigentina. E’ responsabile cittadino di BCsicilia, dirigente provinciale per il settore cultura di AICS, responsabile regionale  per la cultura del sindacato dei giornalisti SAGI (Sindacato autonomo Giornalisti Italiani), vicepresidente dell’associazione Epea, Molto attivo sui social, promuove da molti anni incontri culturali di vario genere. Cura il sito e il canale Youtube di storia locale agrigentoierieoggi.

Articoli Correlati
- Advertisment -

ULTIME NEWS