Medici nei penitenziari guardie mediche e turistiche, Ternullo (FI): “Siano più tutelati, non sono figli di un dio minore”

“Ho appena depositato un’interrogazione al Governo regionale per chiedere che azioni siano state intraprese in favore dei medici delle strutture penitenziarie, delle guardie mediche e turistiche. In particolare chiedo l’equiparazione retributiva di tali medici a quelli di strutture pubbliche.

Anzi, laddove ci siano condizioni di precarietà o limitazioni orarie, che si consideri la stabilizzazione o l’ampliamento del monte ore. Si tratta di professionisti che spesso svolgono le proprie mansioni in contesti disagiati. In un periodo storico particolarmente difficile ritengo che sia doveroso tutelare anche loro, a cominciare da un’analisi conoscitiva che ne determini il numero complessivo”. Lo afferma la deputata di Forza Italia all’Ars, Daniela Ternullo, firmataria dell’interrogazione urgente a risposta scritta oggi deposita.