Marsala. Firmato patto educativo di comunità

Il Patto Educativo di Comunità è lo strumento con il quale la comunità di Marsala si prende carico del percorso educativo dei ragazzi e delle ragazze, mettendosi in ascolto delle loro istanze e co-progettando insieme a loro il futuro. Si tratta dell’esito del percorso di mappatura partecipata che i ragazzi e le ragazze dell’Istituto Comprensivo “Luigi Sturzo” e dell’Istituto Tecnico Economico Turistico “Giuseppe Garibaldi” hanno realizzato nell’ambito di “Lost in education”. E’ questo un progetto del Comitato Italiano per l’UNICEF – Fondazione ONLUS, cofinanziato dall’impresa sociale ‘Con i Bambini’ nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e realizzato in partenariato con l’Istituto Comprensivo “Luigi Sturzo”, l’Istituto Tecnico Economico Turistico “Giuseppe Garibaldi”, Arciragazzi Sicilia e Arciragazzi Nazionale.

A sottoscrivere il progetto oltre al Sindaco Massimo Grillo sono stati i dirigenti scolastici Loana Giacalone e Anna Maria Alagna, le docenti referenti Antonella La Francesca e Antonietta Reina, la comunity manager Esmeralda Prinzivalli, le life coach Gisella Collura e Elena Mistretta, la Presidente dell’Unicef di Trapani, Domenica Gaio; nonché le studentesse Alessia D’Amico e Michelle Colicchia. Il patto, inoltre, è stato siglato dall’Arciragazzi Sicilia rappresentata dalla Presidente regionale Patrizia Opipari.

Elementi essenziali del patto sono:

Dare ascolto e contribuire alla realizzazione dell’Agenda del futuro proposta dai ragazzi e dalle ragazze dell’Istituto Comprensivo “L. Sturzo” e dell’Istituto Tecnico Economico Turistico “G. Garibaldi”, che riguarda i seguenti temi/azioni:

Partecipare attivamente alla costruzione della comunità educante di Marsala tenendo conto dei bisogni le aspirazioni di tutti e tutte;

Ideare e promuovere iniziative per favorire il protagonismo dei ragazzi e delle ragazze nelle scelte della vita scolastica;

Rendere fruibili i luoghi di ritrovo e di aggregazione per vivere i nostri coetanei, la nostra comunità, dedicando più tempo alle relazioni per costruire una società più giusta ed equa;

Prendersi cura dell’ambiente promuovendo e sensibilizzando attraverso progetti di educazione alla sostenibilità dentro e fuori le Istituzioni scolastiche;

Attivare percorsi innovativi, coinvolgendo le fasce deboli, sui linguaggi artistici come quelli del teatro, la danza, la musica e il canto, l’arte della scultura e della pittura;

Avere tutti uguali possibilità di accesso alle informazioni e ai servizi per ridurre il digital divide, creando o implementando anche i punti di accesso alla rete gratuiti.

Contribuire al processo di co-progettazione di comunità, partecipando alle seguenti attività:

a) Lost in summer. Per l’estate 2021 è prevista, in collaborazione con la scuola e i partner del progetto, l’organizzazione di attività estive, con la finalità di: avviare la co-progettazione territoriale, in continuità con i laboratori realizzati e i Setting Educativi in funzione dell’attività SAT (scuola aperta al territorio); offrire opportunità per l’esercizio da parte dei ragazzi e delle ragazze del diritto alla socialità, al gioco e occasioni di educazione non formale, anche per una “rieducazione alla socialità” post covid-19; favorire l’emersione e riconoscimento delle competenze nell’ambito dell’educazione non formale;

b) Setting educativi territoriali, nell’a.s. 2021/22, per valorizzare le competenze educative della comunità educante;

c) Scuola aperta al territorio, azione simbolo, esito del processo di co-progettazione di comunità.

Altri finalità riguardano la collaborazione, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze e responsabilità, alla co-programmazione di percorsi educativi, finalizzati alla valorizzazione delle competenze della comunità educante e orientati ad una educazione di qualità e diffusa; il contribuire alla costituzione di una rete educativa locale, che si faccia carico della sostenibilità futura dell’attività, esito del percorso di co-progettazione di comunità; diffondere e promuovere attraverso i propri canali il presente Patto e le future azioni che saranno concordate; garantire una stabile e fattiva collaborazione per la realizzazione delle finalità e delle azioni previste.