Alcamo: commercianti in piazza per esprimere rabbia e disagio per la chiusura causata dalla zona rossa nella nostra Regione

Stamane i commercianti alcamesi sono scesi in Piazza per manifestare il proprio punto di vista rispetto alla prolungata chiusura degli esercizi commerciali, chiusura disposta dal Governo Regionale poiché la Sicilia è in zona rossa.

I commercianti ritengono, a ragion veduta, di subire un trattamento ingiusto e diseguale poiché sono gli unici ad essere completamente chiusi al pubblico, inoltre chiedono di poter essere messi nelle condizioni di programmare la propria attività per i mesi futuri, perché così rischiano di dover chiudere definitivamente per le spese sostenute ed i cd ristori non pervenuti.

Dichiara il Primo Cittadino Domenico Surdi “è davvero una situazione che danneggia i nostri commercianti che subiscono, inspiegabilmente, un trattamento diverso rispetto ad altre categorie. Chiediamo al Governo Regionale che, nel rispetto delle prescrizioni attuali, sia trovata una soluzione per consentire un’apertura in sicurezza di queste attività che, ormai da quasi un anno, subiscono le conseguenze della crisi economica derivate dalla pandemia”.

Continua il Sindaco “è necessario che il Governo Regionale metta a punto delle regole chiare, così come chiedono gli stessi commercianti, per consentire loro di poter programmare la propria attività, prevedendo come comportarsi dinanzi una situazione che, con il passare dei mesi, è diventata sempre più difficile ed insostenibile. Come Comune faremo la nostra parte”.